In breve

CONCORSO DOCENTI 2016 – avviato il corso preparatorio.

Si sta volgendo, con successo ed interesse crescente, in queste settimane il corso di preparazione al concorso per docenti di cui è appena stato pubblicato il bando e che sarà riservato ai docenti abilitati.

Il corso, ospitato nei locali della CGIL di Rovigo, è organizzato dall’Associazione Fare Sapere di Padova in collaborazione con la FLC-CGIL di Rovigo e consta di dodici incontri, di tre ore ciascuno, suddivisi in tre moduli, il primo di carattere generale e gli altri due specifici per il primo o il secondo ciclo.

I docenti sono stati scelti per la loro esperienza in incarichi di docenza e direzione nella scuola e delle specifiche competenze didattiche.

Gli incontri finora svolti, nella soddisfazione dei presenti hanno visto trattare in particolare gli aspetti professionali della figura del docente, della didattica per competenze e della scuola inclusiva.

A seguire gli incontri sulla valutazione degli alunni e, nei moduli specifici gli approfondimenti per il primo e per il secondo ciclo.

DETRAZIONI PER L'AFFITTO DI CASA NEL 730 E NEL MODELLO UNICO 2016

Anche per il 2016 sono state confermate le detrazioni per chi abita in una casa in affitto. Tali detrazioni fiscali, oltre che per un fine di giustizia sociale, sono previste per limitare la stipula di contratti in nero e per incentivare i giovani ad abbandonare la casa familiare nell’ipotesi che abbiano un lavoro.

Le casistiche di detrazione sono molteplici e operano per chi ha un affitto con canone di locazione ordinario o convenzionato, per i giovani inquilini (età tra i venti e i trent’anni), per i lavoratori dipendenti per l’affitto dell’abitazione principale, per gli studenti fuori sede ed anche per gli inquilini delle case popolari (ATER).

In particolari condizioni di reddito le detrazioni possono andare dai 150 fino a quasi mille euro ed anche gli incapienti si vedranno riconosciuto il credito d’imposta che verrà, loro, versato dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico.

Per saperne di più ed avere indicazioni sulla documentazione, occorre rivolgersi agli uffici del SUNIA o agli sportelli del CAAF-CGIL.

CGIL e SPI piangono la perdita di Roberto Malaspina

E’ deceduto nei giorni scorsi, dopo un periodo di aggravamento della malattia che lo tormentava da tanti anni, Roberto Malaspina, segretario della lega intercomunale del Sindacato Pensionati CGIL di Castelmassa.

Roberto era persona molto conosciuta a Bergantino e in tutti i comuni dell’Alto Polesine. Era un apprezzato dirigente del sindacato pensionati a livello provinciale ed una persona preziosa nel servizio ai pensionati ed ai cittadini nei comuni di Bergantino, Melara e Castelmassa dove operava come recapitista particolarmente interessato ed esperto alle tematiche pensionistiche, contributive e sociali.

NEL VENETO PENSIONATE DONNE PIÙ POVERE DEI MASCHI. UNA SU DUE SOTTO I MILLE EURO MENSILI

La “condizione” delle pensionate venete rispecchia in modo più ampio le differenze di reddito esistenti anche nel mondo del lavoro fra uomini e donne. In Italia, infatti, le lavoratrici prendono in media uno stipendio che va dal 16% al 30% in meno rispetto ai colleghi maschi.

Quasi 340 mila “anziane” venete vivono con meno di mille euro lordi al mese. Di più. Il 10% di loro (circa 70 mila pensionate) deve accontentarsi di un assegno inferiore ai 500 euro mensili.

A livello provinciale, è Treviso il territorio con la percentuale più alta di pensionate che guadagnano meno di mille euro lorde al mese (52,8%), mentre a Rovigo e Belluno la quota scende al 48%. A Venezia c’è la percentuale più alta di pensionate con meno di 500 euro al mese (11,6%).

Per saperne di più:

http://www.cgil.veneto.it/pensionate-donne-piu-povere-dei-maschi-una-su-due-sotto-i-mille-euro-mensili/ 

 

Raccolta Firme sulla CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI DEL LAVORO

   La Cgil ha dato il via ad una campagna per affermare la Carta dei diritti universali del lavoro, una sorta di Nuovo Statuto dei Lavoratori che definisce diritti e tutele fondamentali per l’insieme del mondo del lavoro: da quello dipendente, a quello “autonomo”, alle figure più precarie.
Si è partiti con una tornata di assemblee in tutti i luoghi di lavoro e tra i pensionati per una consultazione straordinaria degli iscritti sui contenuti dell’articolato proposto dalla Cgil, per poi dare il via ad una raccolta di firme a sostegno di una proposta di legge di iniziativa popolare.

In questi giorni si sta sviluppando la mobilitazione per la raccolta delle firme sulla proposta di legge popolare e sulla richiesta di tre referendum abrogativi di altrettante norme.

FIRMA ANCHE TU !

Questi gli appuntamenti in cui potrai farlo nei comuni della provincia di Rovigo.

NUOVO BOOM DEI VOUCHER. LA CGIL NE CHIEDE L’ABOLIZIONE

Con un nuovo exploit anche nel 2016, i voucher stanno diventando una delle primarie modalità lavorative in Italia e soprattutto nel Veneto dove l’anno scorso hanno superato i 15 milioni, interessando oltre 100.000 lavoratori di tutte le età.

Nei soli primi due mesi del 2016 in regione siamo già a 2.636.262 buoni lavoro venduti, con un incremento del 40,2% rispetto all’analogo periodo del 2015 e dell’82,6% sul 2014.

17 aprile 2016 referendum contro le trivellazioni: Partecipare al voto, Sostenere il SI.

La Corte Costituzionale ha ammesso solo uno dei 6 quesiti referendari proposti da 10 Regioni,tra cui il Veneto.

Nella Legge di Stabilità 2016 il Governo ha infatti introdotto specifiche norme che accolgono, anche se solo parzialmente, le finalità della campagna referendaria; la più importante e significativa riguarda il blocco di nuove concessioni per il futuro.
Ma contemporaneamente ha previsto l’allungamento della durata degli attuali permessi di estrazione, senza alcun limite temporale.
PER QUESTO CON IL REFERENDUM DEL 17 APRILE SI CHIEDE DI ABROGARE LA NORMA CHE PREVEDE, PER LE AUTORIZZAZIONI GIA’ ESISTENTI, DI POTER CERCARE ED ESTRARRE GAS E PETROLIO ENTRO LE 12 MIGLIA MARINE PER TUTTA LA DURATA DI VITA UTILE DEI GIACIMENTI, OLTRE LA NATURALE SCADENZA DELLE CONCESSIONI.

Cambiare le pensioni, dare lavoro ai giovani

Con una manifestazione regionale in programma per il 2 aprile a Venezia, Cgil Cisl Uil sostengono la vertenza aperta con il Governo sulle pensioni per modificare le rigidità del sistema e dare lavoro ai giovani.
L’iniziativa, che sarà conclusa dal Segretario Generale della Cgil, Susanna Camusso, prevede un corteo in partenza alla ore 9 dalla stazione ferroviaria per arrivare in Campo Santa Margherita dove, oltre alla Camusso, prenderanno la parola i Segretari regionali di Cisl e Uil, Rota e Colamarco.

IN VENETO, NEL 2015, 114 MORTI SUL LAVORO: E’ ANCORA EMERGENZA!

Sono stati ben 72.730 gli incidenti sul lavoro denunciati all’INAIL, nel 2015, nella regione del Veneto.

Un numero drammatico, in linea con i dati degli anni scorsi, ma con un indice di gravità crescente degli infortuni stessi: gli infortuni mortali, infatti, passano da 84 nel 2014 ai 114 del 2015. Questi dati ci dicono che occorre ancora fare molto perché il fenomeno venga arginato e si ponga rimedio a questa vera e propria piaga sociale. Occorre insistere ancora sul piano della prevenzione per una maggiore, e diffusa, sicurezza nei luoghi di lavoro.

/